ANDRIOL60CPS 40MG

ANDRIOL60CPS 40MG

I dati preclinici con androgeni non rivelano in generale alcun rischio per l’uomo. È stato dimostrato che l’utilizzo di androgeni in specie diverse causi la virilizzazione dei genitali esterni dei feti femminili. Negli adolescenti con ritardo costituzionale della crescita e della pubertà, il trattamento con Andriol innanzitutto accelera la crescita e induce lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari.

  • Negli uomini il trattamento con androgeni può portare a disturbi della fertilità, sopprimendo la formazione di liquido seminale (vedere paragrafo 4 “Possibili effetti indesiderati”).
  • Ipertensione, sindrome nefrosica, gravi disfunzioni epatiche, anamnesi di tumori primari del fegato, ipercalciuria e ipercalcemia consolidate (vedere paragrafo 4.4).
  • Il testosterone undecanoato viene idrolizzato, nel plasma e nei tessuti, a testosterone androgeno maschile naturale.
  • Il medico dovrebbe monitorare periodicamente lo stato di salute del paziente, valutando anche eventuali impatti nervosi e psichici della terapia.
  • • Terapia anticoagulante – Gli androgeni in generale e Andriol possono potenziare l’azione anticoagulante degli agenti di tipo cumarinico (vedere paragrafo 4.5).

Se usato durante la gravidanza Andriol espone il feto a rischio di virilizzazione (vedere paragrafo 5.3). Vi sono esperienze limitate sulla sicurezza ed efficacia dell’uso di Andriol in pazienti di età superiore a 65 anni. Attualmente non vi è accordo sui valori di riferimento di testosterone specifici per l’età. Tuttavia, si deve considerare che i livelli sierici di testosterone diminuiscono fisiologicamente con l’aumento dell’età. • Apnea notturna – Non vi è evidenza sufficiente per una raccomandazione in merito alla sicurezza del trattamento con esteri del testosterone negli uomini con apnea notturna.

Testosterone basso nell’uomo: sintomi e come aumentarlo

Nei pazienti con fattori di rischio quali sovrappeso o malattie polmonari croniche è necessaria una attenta valutazione medica e cautela. I pazienti che hanno avuto infarto del miocardio, insufficienza cardiaca, epatica o renale, ipertensione, epilessia o emicrania devono essere monitorati a causa del rischio di peggioramento o di recidiva. Se si manifestano effetti indesiderati associati all’uso di androgeni (vedere paragrafo “Possibili effetti indesiderati”), si deve interrompere il trattamento con https://alkhaninfo.info/nuovo-prodotto-nel-bodybuilding-spectros-14-iu-uso/ e, alla risoluzione del disturbo, si deve riprendere il trattamento con una dose più bassa. Andriol contiene il principio attivo testosterone undecanoato che appartiene al gruppo degli ormoni sessuali detti androgeni ed è responsabile dello sviluppo degli organi sessuali maschili.

2 Proprietà farmacocinetiche

I livelli di testosterone devono essere monitorati al basale e a intervalli regolari durante il trattamento. I medici devono aggiustare la dose su base individuale da paziente a paziente per garantire il mantenimento di livelli eugonadici di testosterone. I livelli plasmatici di testosterone rimangono elevati per almeno 8 ore. Nei test in vitro, il testosterone ed il testosterone undecanoato mostrano un elevato (oltre 97%) legame non specifico con le proteine plasmatiche e con la globulina legante gli ormoni sessuali.

Più precisamente sia negli atleti che negli animali da laboratorio sottoposti a somministrazione di testosterone, si è potuto rilevare una profonda anomalia delle caratteristiche istologiche del miocardio con alterazioni della funzionalità sistolica. La somministrazione di ANDRIOL in pazienti affetti da disfunzione erettile associata ad ipogonadismo, ha determinato un netto miglioramento della sintomatologia senza effetti collaterali particolarmente significativi. Questa terapia si è dimostrata efficace laddove altri protocolli medici avevano fallito. Il trattamento con Andriol in uomini affetti da ipogonadismo ripristina in modo dose-dipendente il testosterone sierico totale e biodisponibile a livelli entro l’intervallo di normalità.